Camminare l’italia dei paesi e delle campagne

Il viaggio di Ammappalitalia, a due anni dalla partenza, entra oggi in una nuova fase, volta al consolidamento delle mete raggiunte e all’ampliamento del suo “pubblico”. Non è un caso se, per definire le persone a cui ci rivolgiamo, abbiamo usato la parola “pubblico”, una parola che rappresenta appieno la missione culturale di Ammappalitalia: pubblicare contributi di chi ama il territorio italiano e renderli pubblici, cioè a disposizione di tutti, come un bene comune, con una licenza di dati aperta e libera.

DONA ORA CLICCANDO QUI

Lo stato attuale

Da poco più di un mese il sito si è rinnovato nella veste grafica e nelle funzioni, diventando più semplice e intuitivo. E’ stata creata una mappa complessiva di tutti i percorsi, interattiva e di facile comprensione (visibile qui http://www.ammappalitalia.it/la-mappa/. Al momento connette 380 punti di partenza/arrivo costituiti da paesi, snodi del trasporto pubblico, fattorie, siti archeologici.

La mappa, pensata e realizzata insieme al Wwoof Italia, è uno strumento che cresce grazie ai contributi dei viaggiatori, potendo ospitare mappature di diverse tipologie. In prospettiva la rete dei percorsi infatti potrà estendersi capillarmente offrendo un’alternativa concreta alla mobilità motorizzata privata nonché un complemento agli itinerari destinati a usi turistici, ricreativi, sportivi o spirituali.

Proprio da questa idea è nato il progetto VieWwoof. Attraverso la mappatura di itinerari da percorrere a piedi, in bicicletta e con animali, VieWwoof crea una rete che collega le fattorie associate al Wwoof sia reciprocamente, sia con gli snodi del trasporto pubblico, sia con i centri abitati più vicini. Ad oggi le VieWwoof rappresentano il 25% dei percorsi di Ammappalitalia!

I prossimi passi

Dal momento che aumenta il numero di volontari che tracciano, ma anche di fruitori su lunghe distanze, occorre sviluppare gli strumenti di consultazione per i camminatori, facilitando allo stesso tempo il lavoro dei volontari che tracciano i percorsi. Con la presenta Raccolta Fondi quindi si cerca un aiuto per mantenere vive e ampliare le seguenti iniziative di Ammappalitalia:

–       Sostenere e ampliare la rete VieWwoof tramite incontri e passeggiate (prossimo incontro nazionale a Scansano, 5-8 novembre).

–       Sostenere i costi dello sviluppo della mappa, in parte ancora da pagare. La mappa è stata realizzata grazie al lavoro volontario di alcuni soci che, insieme a una società specializzata, hanno progettato l’elaborazione di un software ad hoc. Ammappalitalia, che ha anticipato le spese per lo sviluppo del software e per l’attività di inserimento dei dati, ha ricevuto su decisione del consiglio direttivo di Wwoof Italia un contributo di 1.750 euro e ha ottenuto dalla Cooperativa di Finanza Mutualistica e Solidale Mag6 un prestito di 3mila euro.

–       Sostenere gli Itinerari dei viaggiatori per Ammappalitalia, come Michele Mondello (La via del mito), Marco Saverio Loperfido e Marina Vincenti (Umbria: passaggi a sud-ovest).

–       Sostenere le iniziative per la formazione alla mappatura, come incontri, corsi e seminari.

–       Formare degli ambasciatori regionali che si occupino di individuare, mappare e inserire i percorsi del loro territorio nella mappa e nel database di Ammappalitalia.

–       Mantenere il sito attivo e sempre reattivo sulle sollecitazioni del mondo slow.

Camminare l’italia dei paesi e delle campagne

Commenta con Facebook

Commenti