Canepina Viterbo

L’andare insegna che non siamo nulla in sé, ma fluiamo come onde all’incedere del passo. Oggi, per esempio, sono stato la tristezza che ha sfilato inspiegabilmente tra i castagneti; e l’inaspettata gioia che ha fatto capolino da dietro una pietra miliare; e il disagio che striscia come una serpe che fa solo paura; e anche la tranquillità che mi ha accompagnato per mano al suono delle chiacchiere di un amico. Dov’ero? Lì, mai solo, sempre attraversato dal paesaggio, collina di umori che vanno e vengono.

Il percorso

Da Piazza Cavour di Canepina prendiamo Via Tonnazzaro in salita per arrivare ad un parcheggio da cui parte una strada con una ringhiera di ferro che ci fa uscire presto dal paese e ci immette nei castagni. Siamo su una strada asfaltata ma comunque piacevole. Arriviamo così ad un piazzale abbastanza ampio da cui si dipartono più strade. Noi prendiamo quella centrale cementata in salita, all’altezza del

Ammappato il 26 aprile 2014

Ammappato da: Cai di Viterbo

Commenta con Facebook

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *