Castanea delle Furie Mili San Pietro

Il percorso aggira la città di Messina mettendo in collegamento i due casali di Castanea delle Furie, posto a Nord della città, e Mili S. Pietro, situato invece nella zona Sud. L’origine dei numerosi casali, sparsi in tutta la zona collinare del territorio messinese, si può far risalire al periodo delle invasioni saracene. Per difendersi dai continui attacchi la popolazione scelse di abbandonare le pianure e la città stessa per creare delle nuove comunità lungo le valli dei torrenti, siti che per loro natura consentivano una più facile difesa e una vita più sicura.

Partendo da Castanea, risaliremo il monte Dinnamare fino in cima, dove è collocato l’antico omonimo santuario. Qui ogni anno ad agosto viene organizzato un pellegrinaggio notturno durante il quale l’icona sacra della Madonna di Larderia viene trasportata a spalla dal villaggio di Larderia fino al santuario sul monte. Percorreremo, poi, un tratto di crinale dei Peloritani, lungo la

Ammappato il 13 settembre 2015

Ammappato da: Michele Mondello

Commenta con Facebook

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *