Celleno Vecchio Graffignano

Il giro della Tuscia in 80 giorni si sta dimostrando un viaggio cubista. Non è infatti un viaggio lineare che va da un punto A ad un punto B lungo una direttiva che si distanzia dalla partenza in maniera costante e che ti fa vedere sempre nuovi scenari, dandoti la sensazione del -progresso lineare-. E’ invece un viaggio che torna e ritorna ad osservare sempre gli stessi elementi naturali (il Cimino, le colline dei borghi, la caldera del lago…) da tanti punti di vista inediti. E’ un po’ come avere nelle mani un minerale e girarlo e rigirarlo per capirlo meglio. Il viaggio cubista (ovviamente circolare o a spirale) sembra dirti: -Non hai un meta lontana da raggiungere” e suggerirti che non conoscerai mai fino in fondo nessun posto e per sempre”.

La Celleno Vecchio – Graffignano è una piacevole passeggiata di due ore e mezza (a prendersela comodi) che passa da Roccalvecce e Sant’Angelo, due paesi su due colline adiacenti. Quindi

Ammappato il 6 marzo 2014

Ammappato da: Gli Eterogenei

Commenta con Facebook

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *