Grotte Santo Stefano Montefiascone

Montefiascone è come un’idea fissa di gran parte del territorio viterbese. Alzando gli occhi all’orizzonte lo trovi che si staglia e che sembra dirti: -Io sono qui, alto custode del lago. Il lago prende il nome da un altro paese, ma non mi offendo certo per questo. So il fatto mio…-”.

La strada che unisce Grotte Santo Stefano a Montefiascone è un lento e inesorabile salire, fino al ciglio della caldera del vulcano ormai spento, dove vive il paese antico. Si attraversano scenari poetici ed ampi, come nel tratto finale che mostra colline e casali abbandonati, querce camporili e aziende agricole; ma anche nascoste solfatare e boschetti ricolmi di ginestre. Una strada lunga 16 km che in passato veniva percorsa dagli abitanti di Montefiascone per raggiungere il Tevere.

Il percorso

Dalla piazza principale di Grotte Santo Stefano (Piazza dell’Unità) imboccare a sinistra per Via della Stazione e arrivati

Ammappato il 4 marzo 2014

Ammappato da: Omini di Fango

Commenta con Facebook

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *