Il Brancammino – Sulle tracce di Brancaleone in Tuscia

Quando Marco Biondani ha scritto alla redazione di Ammappalitalia parlandoci del suo progetto abbiamo subito capito che qualcosa di importante era successo. Il suo Brancammino infatti, un viaggio a piedi che passa per la maggior parte dei luoghi dove il film di Monicelli è stato ambientato, è la dimostrazione che il progetto di Ammappalitalia laddove ha una copertura ampia e dettagliata, come in Tuscia, ha il suo valore e funzione. Ecco difatti un brano tratto dal suo blog:

“Individuate le mete, devo capire se sono collegate da bei sentieri o da strade asfaltate ed è a questo punto che soprattutto grazie al lavoro di Marco Saverio Loperfido, autore de “Il giro della Tuscia in 80 giorni “, e ideatore del sito “Ammappalitalia.it” sono riuscito a collegare i punti marcati sulla cartina con sentieri che creano un percorso di quasi duecento chilometri tra natura e millenni di storia, dalle case ipogee attraverso rovine e resti etruschi, lungo antiche strade e fortezze romane, forre rigogliose, campi in fiore, selve e laghi misteriosi, castelli e borghi medievali, palazzi e parchi rinascimentali. Tutto in una pacifica solitudine, che si palesa solo quando smetto di camminare e ritorno alla civiltà, la sera, dopo essermi sollazzato della deliziosa cucina tipica di questi luoghi”.

Marco non ha solo seguito i percorsi presenti sul sito e sul libro, ma ha trovato gli errori delle descrizioni, comunicandoli al sito, che le ha aggiornate. Ora dunque le mappature, grazie a lui, sono più precise. Un lavoro utile e importante, come potete immaginare.

Inoltre Marco, come spesso accade, tornato a casa, non ha smesso di viaggiare. Ha impugnato una penna e ha deciso di restituirci la sua esperienza. Così nasce il suo blog, corredato di belle fotografie, divertenti situazioni e uno stile di scrittura fresco e simpatico. Noi di Ammappalitalia vi invitiamo a visitarlo, a ripercorrere insieme a Marco il suo viaggio, compiuto a Pasqua 2016. Ma più di ogni altra cosa vi invitiamo a fare quello che lui ha avuto il coraggio di fare, cioè decidere di prendere gli scarponi e lo zaino e partire, magari usando i sentieri di Ammappalitalia, magari no, magari mappando nuovi percorsi in modo che qualcun altro li possa utilizzare in seguito, magari semplicemente contemplando la bellezza del nostro paese, ad una velocità che non superi i 5 km orari…

Marco ha già scritto parecchie tappe/post, tra cui…

Continuate a seguirlo e ripercorrete il suo Brancammino!

Il Brancammino – Sulle tracce di Brancaleone in Tuscia

Commenta con Facebook

Commenti