Sauris di Sopra Pesariis

La via di oggi incomincia con l’attraversamento di uno splendido bosco di faggi, da cui ogni tanto si può intuire l’acqua cristallina del Lago di Sauris, dopodiché esce allo scoperto, a mezza costa, in leggera salita, e per molti chilometri è come camminare su di un terrazzo, con il Monte Bivera come protagonista. La sua imponenza, il vestito di ghiaia e le nuvole che lo avvolgono a mo’ di sciarpa, dimostrano regalità assoluta. Ma la strada continua e da dietro il Bivera fanno capolino le dolomiti friulane, come denti aguzzi verso il cielo. Un tornante, uno sguardo alle valli di un verde impossibile, punteggiate di abeti e alpeggi, e subito si scende in una piccola gola, da cui improvvisamente si apre la vista sul Monte Cimon, che in un attimo ruba la scena al Bivera. La parete fino ai paesi in fondo alla Val Pesarina, ovvero Pieria, Prato Carnico e Pesariis, è a strapiombo. Più di 1200 metri in pochi chilometri. Dalla parte nostra bisogna farne solo 900,

Ammappato il 6 luglio 2017

Ammappato da: Bambino a dorso d'aquila

Altro da sapere

Dove dormire a Pesariis:

Casa Pesarina è una residenza alberghiera a Pesariis di Prato Carnico, nel cuore delle Alpi Carniche. La struttura è composta da 5 monolocali e 3 bilocali.

Casa Pesarina si trova a Pesariis, in alta Carnia.
Pesariis è anche definito il paese degli orologi per la sua centenaria tradizione orologiaia, ultimo paese della valle del tempo.
In val Pesarina è possibile fare molte escursioni a piedi o in mountainbike attraverso bellissimi paesaggi e sulle rive del torrente pesarina.

Commenta con Facebook

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *