Vandoies di Sotto Fortezza

Dalla Val Pusteria alla Valle dell’Isarco, scavallando una montagna alta 1300 metri. Da lassù, prima della discesa più impervia che esista, a strapiombo sulla valle di 600 metri più bassa, compare tra i rami secchi dei pini una costruzione immensa. Sembra di vederla dal satellite, squadrata, massiccia, potente. Fu costruita nel 1838 dall’Austria al confine con l’Italia e si chiama semplicemente “Il Forte di Fortezza” o “Festung Franzensfeste”, in tedesco. Costò miliardi, fu pensato nei minimi dettagli, doveva rappresentare un limite invalicabile, ma non subì mai nemmeno un attacco. Un guerriero fortissimo che non poté mai dimostrare la propria forza, in attesa per sempre, come una Fortezza Bastiani, di qualcosa che non arriverà mai. Su queste strane creature crescono leggende, come funghi sui rami secchi: l’oro di Hitler, il furto di lingotti della Banca d’Italia da parte del Reich, l’oro jugoslavo ritrovato

Ammappato il 19 luglio 2017

Ammappato da: Sasso pericolante-rotolante

Commenta con Facebook

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *