Bergemoletto di Demonte Monte Bourel

Anello del Monte Bourel, da Bergemoletto Mappato da Josè (Compagnia dell’Anello) Malgrado le previsioni non ottimali Adriano riesce a trovare “l’occhio del ciclone” soleggiato, ancora in Valle Stura, più precisamente nella zona di Bergemoletto per raggiungere la cima del Monte Bourel. Risaliamo la Valle Stura fino a Demonte per poi spostarci sulla strada militare diretti verso Aisone e, subito dopo i Perdioni, deviamo a sinistra per Bergemoletto che raggiungiamo su una bella strada asfaltata che poi diventa sterrata, ma con…

Ammappato il 19 Ottobre 2020

Ammappato da: Josè (Compagnia dell'Anello)

Altro da sapere

Escursione effettuata il 24 Settembre 2020
Compagnia dell’Anello formata da: Adriano, Franco e Josè
Località di partenza: Mulet di Bergemoletto (1396 m)
Punto più elevato raggiunto: Monte Bourel (2468 m)
Dislivello cumulato in ascesa: 1374 m
Sviluppo complessivo del percorso: 14,3 km

La bacheca del percorso

Note toponomastiche

Bergemolo e Bergemoletto (borgate del comune di Demonte): nome locale provenzale Bergémou e Bergémoulet toponimi riconducibili alla radice prelatina ‘ber’ (variante di ‘bal’ e di ‘bel’, altezza, roccia, riflettono pure la voce ligure ‘bergema’, terrazzamento isolato ed elevato alla base di montagnr rocciose. Da tenere pure presente che il termine provenzale ‘bergié’ assume localmente il significato di pastore di pecore.

Marchiana (Colle di) e Merqua (Monte): i toponimi trovano principalmente corrispondenza nel provenzale ‘marco – marcar’, limite di divisione territoriale o di proprietà per significare vertici territoriali antichi confini di pascolo.

Bourel (Monte): al pari del Monte Borel del Vallone dell’Arma, sono toponimi riferiti alla colorazione bruno rossastra del terreno, derivano dal provenzale ‘boureloùs’.

Arpione (Colle dell’): nome formato dalla radice prelatina ‘alp – arp’, con il senso originale di pascolo d’alta montagna.

Sala (Pra ‘d): derivato dalla radice prelatina ‘sal’, pietra altezza, è riferito a territori pascolivi sede di alpeggio comprendenti sovente quei pietroni piatti sui quali si sparge il sale per gli armenti.

Chiot (il): deriva dal termine di ascendenza prelatina ‘clot’ (provenzale ‘quiòt’), luogo piatto, conca erbosa dove, di preferenza, meriggiano gli animali al pascolo.

Giunti a Bergemoletto decidiamo di fare anche un anello con l’auto scendendo da Bergemolo e Festiona.

Commenta con Wordpress

Commenta con Facebook