Bomarzo Orte

Tappa di lunghezza media, facile e adatta a tutti che regala alcune sorprese in tipico stile Tuscia attraversando le forre e i piccoli centri abitati di Chia e Bassano in Teverina La visita al parco dei mostri di Bomarzo, il Bosco Sacro, è un classico senza tempo che rende il piccolo borgo famoso in tutta Europa per le sculture grottesche e le costruzioni dal tono surreale che lo popolano. È quindi d’obbligo prima o dopo aver speso un po’ di…

Ammappato il 17 Febbraio 2021

Ammappato da: Pietro Vertamy/OltreTevere/Around the Walk

La bacheca del percorso

Difficoltà: 2/5 Tipo di percorso: Discesa lunga e piacevole prima in forra (spettacolari la mola di Chia e le cascate di Rio Castello) e poi lungo strade bianche o secondarie attraversando alcuni piccoli centri della Tuscia molto suggestivi, quali Chia e Bassano in Teverina. Molta segnaletica “spontanea” fino a Bassano, poi Cai. Fondo misto e disagevole in alcuni punti della forra in quanto umido e sdrucciolevole. Accessibilità: Piedi e mountain bike. Adatto a tutti. Non richiede particolare allenamento, ma piede fermo in forra per non metterlo in fallo. La forra risulta del tutto proibitiva invece per il portatore di handicap motorio. Praticabile invece dall’imbocco di Via del Lavatoio (da strada Ortana) fino a Bassano dove invece la discesa a scaloni (in ristrutturazione) al di sotto del centro storico, non pare attrezzata in tal senso. Anche il tratto finale parallelo alla ferrovia che consiste in uno stretto passaggio fra il cannucciato può risultare non praticabile. Acqua potabile: A Chia e a Bassano in Teverina

Commenta con Wordpress

Commenta con Facebook