Gallese Vignanello

La lunghezza del passo è una cosa assolutamente personale. Ognuno ha la sua. Ma quando cammini sulla ferrovia la distanza tra un passo e l’altro è dettata da fattori esterni, perché deve essere quella che intercorre tra una traversina e l’altra, cioè dove poggi i piedi. Non puoi fare diversamente, altrimenti rischi di inciampare e cadere. Così il passo subisce o un rallentamento o un’accelerazione e ti costringe entro maglie che non senti tue, dandoti al principio un senso di…

Ammappato il 23 aprile 2014

Ammappato da: Vagoni di bellezza

Commenta con Facebook

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *