Olivetta San Michele Monte Grammondo

Mappato da Antonio (Compagnia dell’Anello) Mini-anello delle peonie del Monte Grammondo, da Olivetta San Michele Ancora nevicate a maggio, e siamo ben oltre la metà del mese… Dopo un febbraio e marzo a dir poco caldi, ecco aprile e maggio precipitare nei rigori invernali: riscaldamento globale, effetto serra, natura che impazzisce, boh? Chi ci capisce più niente? Gli esperti ci dicono che tutto ciò sta scaturendo dal modo scriteriato che ha l’Homo sapiens sapiens (!) di gestire le risorse del…

Ammappato il 9 Giugno 2019

Ammappato da: Antonio (Compagnia dell'Anello)

Altro da sapere

Note di toponomastica:

Tretore o Treittore, forse dal brigasco tràit “sentiero malagevole, insidioso”;

Roya: il fiume Roya, anticamente indicato da Plinio con il nome Rotuba, nei secoli è passato per evoluzione fonetica alla denominazione attuale Roya (francese) o Roia (italiano), il cui valore idronimico è interpretabile in “corso d’acqua impetuoso”;

Bevera: il toponimo Bevera viene collegato al celtico bebros “castoro”, animale che un tempo viveva nel corso d’acqua locale;

Grammondo, localmente Gramount: Grammondo, come “monte grande” non convince pienamente; si pensa invece ad un presunto errore di trascrizione della denominazione locale Gramount che, dal prov. Gramùn “territorio scarsamente pascolivo”;

Razet: condivide le considerazioni espresse per Rasur “terreno raso, erba non falciabile”;

Cuore: si ritiene l’oronimo Cuore di etimo oscuro (idem Basavina).

Escursione effettuata il 29 Maggio 2019

Compagnia dell’Anello formata da: Adriano, Alberto, Angelo, Antonio, Franco e Gianni Località di partenza: Olivetta San Michele 292m (IM) – Valle Roya

Punto più elevato raggiunto: Monte Grammondo 1380m

Dislivello cumulato in ascesa: 1206m

Sviluppo complessivo del percorso: 16 km

Commenta con Wordpress

Commenta con Facebook