Rifugio Fauniera Punta la Piovosa

Tour delle Cime dell’alta valle Grana Mappato da Gianni (Compagnia dell’Anello) In un periodo tra i più caldi dell’anno, la Compagnia dell’Anello, quasi al completo (manca però Alberto al quale auguriamo il più rapido recupero dopo la brutta batosta, e Antonio in vacanza rumena), sceglie un tour alla testata della val Grana per godere, oltreché degli ampi panorami godibili nelle splendide zone di confine con la val Maira, soprattutto di un clima un po’ più fresco di quello lasciato in…

Ammappato il 15 Luglio 2019

Ammappato da: Gianni (Compagnia dell'Anello)

Altro da sapere

Note Toponomastiche

Fauniera (vallone, cima, rifugio): è l’errata italianizzazione dall’occitano fount niero per “fonte scura“.

Esischie (colle di): dalla radice prelatina ischia- per scivolare, slittare richiama l’esistenza di “territori ripidi, soggetti a frane”. Vedi Eschie, Ischiator, ecc.

Pelvo (monte): dal celtico pelvu (radice prelat. pal/pel) per “cima rocciosa elevata”. E’ uno dei tanti monti di identica origine (Pelvo, Parvo, Pergo) delle nostre montagne. Vedi anche Pelvoux ecc.

Miniera (vallone): in passato zona estrattiva, con miniere non più in attività.

Sibolet (punta, colle): dall’occitano siboulo ad indicazione di “zona esposta a venti freddi”.
Tempesta, La Piovosa (Punte): oronimi dal significato simile, indicativi di frequenti cattivi eventi meteorologici.

Escursione effettuata il 5 Luglio 2019

Compagnia dell’Anello formata per l’occasione da: Adriano, Angelo, Franco, Gianni, Josè e Osvaldo

Località di partenza: rifugio Fauniera 2303m – Castelmagno – Valle Grana (CN)

Punto più elevato raggiunto: Punta Tempesta 2679m

La bacheca del percorso

Dislivello cumulato in ascesa: 809m Sviluppo complessivo del percorso: 12,1 km

Commenta con Wordpress

Commenta con Facebook