Valdieri Andonno

Sentiero delle farfalle, con le racchette da neve, da Valdieri Mappato da Adriano (Compagnia dell’Anello) Dopo le abbondanti nevicate dei giorni precedenti l’Epifania e la lunga astinenza di escursioni a causa del lockdown antivirus, una sgambata sulla neve fresca ci voleva proprio… Decidiamo così di provare con le ciastre un breve percorso facile e privo di qualsiasi rischio: il tratto del “Sentiero delle farfalle”, da Valdieri e la sua prosecuzione fino ad Andonno. Trovato a Valdieri un posto per parcheggiare…

Ammappato il 10 Gennaio 2021

Ammappato da: Adriano (Compagnia dell'Anello)

Altro da sapere

Note toponomastiche e curiosità

Sentiero delle farfalle: inaugurato nel 2016, il breve ma suggestivo percorso si snoda all’ombra dell’imponente massiccio calcareo di Rocca San Giovanni-Saben dove negli anni passati era attiva una grande cava a cielo aperto: gli enormi gradoni dell’ex sito estrattivo Cementir, che ancora segnano le pareti rocciose, sono l’habitat d’elezione di Papilio alexanor, una rara e bellissima farfalla striata. Per salvarla dall’estinzione, le Aree protette delle Alpi Marittime hanno promosso il recupero dell’area di cava, rendendola visitabile. Facile e con un dislivello modestissimo, l’itinerario naturalistico e culturale può essere percorso a piedi o in mtb.

Valdieri: sull’etimologia del nome vi sono diverse ipotesi, ma la più accreditata fa risalire il toponimo al radicale celtico-germanico ‘wald’ che significa bosco: “Valderi” assumerebbe così il significato di “luogo abitato dagli addetti al bosco”.

Andonno (frazione di Valdieri): si ritiene che il significato trovi supporto nell’antica denominazione ‘Andonum’ composta dal prefisso ‘an’ per esprimere il concetto di ‘sopra, in alto’ e dalla voce latina ‘donum’, dono, che confermerebbe l’usanza medioevale di beneficio ecclesiale (simonia) di donazione di terre e di boschi praticata, in questo caso, dai monaci Benedettini in favore degli abitanti, con l’obbligo di miglioria del fondo.

Madonna del Gerbetto di Andonno (cappella): Apparentemente umile, questa chiesetta posta sull’antica strada di valle per Valdieri, rappresenta un vero gioiello d’arte e di storia. Nominata nella bolla pontificia di Innocenzo IV del 1246, la cappella ha forme semplici ed è costituita da una sacrestia semicircolare ed un’aula rettangolare, preceduta da un portico. All’interno sulla parete dell’altare vi è un affresco del primo Cinquecento, di buona mano, che raffigura la Natività.

La bacheca del percorso

Escursione effettuata il 7 Gennaio 2021

Compagnia dell’Anello, in formato ridotto, composta da Adriano e Franco

Località di partenza: Valdieri 787m

Sviluppo complessivo del percorso: 7,3 km

Dislivello cumulato in ascesa: 162m

Commenta con Wordpress

Commenta con Facebook